La Fondazione Magnetto è impegnata in diverse iniziative a sostegno del popolo ucraino. Tra queste:
 
 

Raccolta alimenti, farmaci e beni di prima necessità

Nei mesi di marzo e aprile 2022 la Fondazione ha organizzato una raccolta di alimenti, farmaci e beni di prima necessità per sostenere la popolazione ucraina. Fino ad oggi sono stati effettuati tre viaggi direttamente nel villaggio di Kosmach, nella Regione di Ivano-Frankivs’k, nel sud ovest dell’Ucraina. Da lì i beni sono stati successivamente ridistribuiti in vari villaggi della Regione a seconda delle necessità. I trasporti sono stati effettuati da un nostro contatto ucraino autorizzato a uscire dal Paese per venire in Italia a prendere aiuti umanitari. In questa Regione, al momento meno coinvolta nel conflitto, si sono riversati gli sfollati delle città dove avvengono i bombardamenti, e sono quindi necessari alimenti e medicine in gran quantità.

La Fondazione è stata supportata da amici e conoscenti, dai dipendenti di AMCLN, dal CEIM di Avigliana che il 27 marzo ha organizzato una raccolta, e dal Comune di Avigliana che, insieme a diverse associazioni del territorio quali Alpini, Scout, Ecovolontari, Protezione Civile, Pro Loco, Anpi e a supermercati e farmacie, domenica 9 aprile ha raccolto notevoli quantità di alimenti e medicinali donati dai cittadini.

Sono stati raccolti:
Beni alimentari: riso, zucchero, farina, tonno, pelati, prodotti a lunga conservazione in lattina, legumi secchi, biscotti, prodotti da forno, omogeneizzati, latte in polvere.
Farmaci e medicinali: kit di primo soccorso, bendaggi, garze, termometri, disinfettanti, siringhe, guanti, cerotti, lacci emostatici, farfalline per prelievo, alcool denaturato, tintura di iodio, antipiretici, antibiotici, cortisone, soluzione salina, antinfiammatori, antidolorifici, antistaminici, gastroprotettori, pomate per ustioni e idrocortisone.
Beni di prima necessità: pannolini per bambini di varie taglie, prodotti per l’igiene personale

Accoglienza profughi

Alla luce dell’emergenza umanitaria provocata dalla guerra in Ucraina, la Fondazione Magnetto si è da subito attivata attraverso i propri contatti sul territorio della Slovacchia e della Polonia per portare in Italia e ospitare i profughi ucraini disponibili a venire nel nostro Paese.

Per la prima accoglienza la Fondazione ha messo a disposizione circa venti posti letto nella propria sede ad Alpignano e circa venti posti letto nella Certosa 1515 di Avigliana in collaborazione con il Gruppo Abele. Innanzitutto ci occupiamo della prima profilassi sanitaria legata al Covid-19 e della richiesta dei documenti necessari alla permanenza in Italia. Successivamente, la Fondazione si impegnerà a cercare delle sistemazioni più stabili progettando dei percorsi personalizzati che includono l’insegnamento della lingua italiana, la scuola e le attività educative per i minori, la ricerca di occupazione lavorativa per gli adulti.

Visita del Console

Il Console onorario dell’Ucraina a Torino, Avv. Dario Arrigotti, ha fatto visita giovedì 21 aprile 2022 presso la sede della Fondazione Magnetto e presso la Certosa 1515 di Avigliana. Il Console ha portato il saluto alle persone accolte, e ha mostrato piena disponibilità a collaborare con la Fondazione per tutte le esigenze dei profughi.